CORSO DI TEATRO AVANZATO

Corso di approfondimento delle tecniche teatrali
A cura di Marco Alotto

Domenica 19 maggio, ore 21.00
LA STORIA DI R. Z.
Ispirato a Bernard-Marie Koltès
A cura di Marco Alotto
Con Rebecca Camedda, Matteo Chenna, Francesca Fazio, Lorenzo Ferrero, Chiara Gellato,
Ludovico Giurlanda, Zara Harrison, Fabrizio Lombardi, Madaro Andrea, Lorenzo Moccia, Giorgio Panero, Anna Ravera, Isabella Sacchetto, Elisa Sistino, Chiara Tasselli.

Professione assassino, così si presenta ai poliziotti che l’hanno arrestato il giovane Roberto Zucco.
Tutti amano Roberto Zucco, e anche noi vogliamo condividere con lui dei momenti della nostra esistenza.
Uccide e noi lo amiamo.
Uccide suo padre, e sua madre…è un uomo libero…e noi l’ho amiamo.
Uccide un bambino e noi continuiamo a stare dalla sua parte.
Chi lo incontra anche una sola volta l’ama, vuole chiacchierare con lui, passeggiare con lui, fuggire con lui a Venezia.
Lui ascolta e fugge.
Cosa lo rende affascinante?
“Io sono un ragazzo normale. Non mi sono mai fatto notare. Ho sempre pensato che il modo migliore per vivere in pace sia quello di farsi trasparente come un vetro, invisibile come un camaleonte sulla pietra, passare attraverso i muri, non avere odore né colore. Che lo sguardo della gente ti attraversi e veda altra gente dietro di te, come se tu non ci fossi! È un duro impegno…farsi trasparente.”

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Se avessi una scuola di recitazione, il lavoro non inizierebbe dal personaggio, dalla situazione, dal pensiero o dal comportamento; non cercheremmo di rievocare aneddoti del nostro passato per arrivare a ricreare episodi, per quanto veri essi possano essere; non andremmo in cerca dell’episodio, ma della qualità che lo sottende: l’essenza di questa emozione, al di là delle parole.
Poi cominceremmo a studiare come stare seduti, come stare in piedi, come alzare un braccio; questo non avrebbe nulla a che vedere con la coreografia, con l’estetica o con la psicologia, ma soltanto con lo studio della recitazione.
Peter Brook                                                                                                                                                                        

Perché accada un qualcosa che abbia qualità, è necessario che si crei uno spazio vuoto. Uno spazio vuoto consente la nascita di un fenomeno nuovo. A partire da uno spazio vuoto inizieremo il nostro lavoro: il vuoto, i corpi che si muovono nello spazio, gli sguardi che si incrociano.

La ricerca e la sperimentazione attraverso il teatro pongono i giovani individui su un piano altro rispetto alla vita quotidiana: i ruoli si capovolgono, le abitudini si mutano, si mettono a nudo attitudini e fragilità, si è così più puri e disponibili a recepire l’altro come compagno di viaggio e ricerca: i linguaggi si mescolano, i corpi imparano a muoversi insieme.

Ritrovare la semplicità, la verità del movimento e riscoprire la propria voce, ripulirsi da mascheramenti, condizionamenti e stereotipi, accumulati anche involontariamente per ritrovare le radici: una personale intensa semplicità, da cui partire per poter affrontare il palcoscenico con assoluta purezza.

Un gesto, un suono, uno sguardo.

A conclusione del laboratorio, nel mese di maggio, verrà messo in scena un testo teatrale per poter sperimentare sulla propria persona gli stati d’animo e le relazioni tra i personaggi che i grandi testi classici affrontano, comunicare le proprie emozioni o quelle dei personaggi che si interpretano, sviluppare, potenziare e arricchire di sfumature il mezzo vocale per rendere le sfaccettature del carattere umano.

Il corso è aperto a giovani dai 18 anni che abbiano frequentato da almeno 2 anni corsi di teatro, previa valutazione del docente, possibilità di fissare un colloquio conoscitivo.

INIZIO CORSO
Giovedì 11 ottobre 2018
Pre-iscrizione obbligatoria entro il 1 ottobre

PERIODO: il giovedì dalle ore 19.00 alle ore 21.00

 QUOTA DI PARTECIPAZIONE
Euro 570

SCARICA
Scheda di iscrizione
Modalità di pagamento

 

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici