ALICE

Martedì 12, mercoledì 13 novembre, ore 10.00

Scuola Primaria
Sala Grande
Associazione Culturale Mythos
Fiaba lirica in 1 atto liberamente ispirata a Gianni Rodari e Lewis Carroll
Musiche Stefano Seghedoni
Libretto Roberta Faroldi
Alice Stela Dicusara, soprano
Papà Luca Gallo, baritono
Le Bambole/ L’Inchiostro - Coro di voci bianche “Micron” diretto da Marco Cordiano e Paola De Faveri
ENSEMBLE MICRON
Giorgio Spriano, pianoforte
Sandro Tognatti, clarinetto
Alessandro Molinaro, flauto
Massimo Melillo, percussioni
Margherita Monnet, violoncello
Direttore Stefano Seghedoni
Regia Roberta Faroldi

Alice è la bimba piccolissima, curiosa e sempre a caccia di avventure, che – come ci indica Rodari –
“cade sempre e dappertutto”. Questa volta è caduta nell’inchiostro, e lì incontra le parole più disparate, che si portano appresso significati ed emozioni. Mentre il suo papà la cerca ovunque, Alice conosce parole curiose e divertenti. Ma sarà per sfuggire alla parola PAURA, e trovare la parola CORAGGIO, che troverà la strada per tornare a casa.
La celeberrima Alice, dopo aver vagato nel Paese delle meraviglie e Oltre lo specchio con Lewis Carroll, è poi silenziosamente approdata sulle pagine di uno dei più noti scrittori italiani per l’infanzia del Novecento, Gianni Rodari. Con l’ironia e l’irresistibile freschezza che lo caratterizza, egli ne ha fatto la protagonista delle sue deliziose “Favolette di Alice”. Ad esse si ispira molto liberamente questa fiaba lirica, mantenendo l’idea di una bambina che in virtù delle sue piccolissime dimensioni ha il privilegio di esplorare tutto ciò a cui i grandi (ma anche solo i “distratti”) non possono più accedere: l’essenza più intima delle cose.

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici