DOMENICHE A TEATRO

FAMIGLIE A TEATRO

OPIFICIO DELL’ARTE - Via De Agostini, 7/c
TEATRO SOCIALE VILLANI – P.zza Martiri della Libertà
TEATRO COMUNALE DI COSSATO – P.zza Tempia, 54
BIELLA
INGRESSO GRATUITO a tutti gli spettacoli
Spettacoli adatti ad un pubblico di famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni

INFORMAZIONI
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI BIELLA
015.0991862 – 015.0991868 DALLE 9 ALLE 13



11 dicembre 2016 – ore 16.30 – Opificiodellarte
I MUSICANTI DI BREMA

KOSMOCOMICO TEATRO
Testo regia pupazzi e animazione di Valentino Dragano

“A Brema la città dove tutto è Musica e Gioia, tutti, ma proprio tutti,  possono trovare quello che hanno sempre cercato: la Felicità!”
Con queste parole inizia lo spettacolo! Si racconta di mio Nonno che diceva sempre: “solo tre cose sono vere: la Musica è bella, gli Animali parlano, gli Angeli esistono”. Dell’Asino che diceva sempre: “suonare, divertirsi e divertire è la Felicità”. E si racconta del viaggio verso quella città, Brema, dove i bambini ridono, i vecchi suonano, i malati guariscono, i poveri mangiano.
In scena, un campo di papaveri a perdita d’occhio, Brema all’orizzonte e pupazzi che suonano (veramente!) meravigliose musiche della tradizione folk francese.
Uno spettacolo denso, poetico, evocativo, divertente. Perché “suonare, divertirsi e divertire è la Felicità!”

8 gennaio 2017 – ore 16.30 – Teatro Sociale Villani
L’OMINO DELLA PIOGGIA

Una notte tra acqua, bolle e sapone
MICHELE CAFAGGI
di e con Michele Cafaggi
musiche originali di Davide Baldi

“la fantasia è un posto dove ci piove dentro” (I. Calvino)

Un uomo sorpreso da un violento temporale riesce a raggiungere la sua abitazione, ma nemmeno al riparo il maltempo e gli imprevisti gli danno tregua.
Un viaggio onirico e visuale verso il sereno, accompagnati dalla magia delle piccole cose e da spettacolari effetti con acqua e sapone.
Dopo lo spettacolo “Ouverture des Saponettes” Michele Cafaggi ritorna a sperimentare attrezzi, materiali e tecniche per trovare nuove forme espressive attraverso l’utilizzo delle bolle di sapone. In questo nuovo spettacolo si propone di continuare ad approfondire il rapporto tra la comicità del gesto, l’utilizzo della magia e delle arti circensi e il gioco con gli oggetti quotidiani e la loro trasformazione in “attrezzo magico”, per un teatro che non sia solo stupore ma anche racconto emotivo.

22 gennaio 2017 – ore 16.30 – Cossato
GIANNINO E LA PIETRA NELLA MINESTRA

NONSOLOTEATRO
di Guido Castiglia
con Guido Castiglia e Beppe Rizzo
musiche originali Beppe Rizzo
regia Guido Castiglia

Due narratori e una fisarmonica raccontano la storia di Giannino, bambino nato in città e poco avvezzo alla vita agreste con mille sorprese.
Abituato ad essere circondato da giochi elettronici, TV, computer e play station,  le vacanze in campagna dai nonni, che tanto aveva sospirato, si rivelano presto un avventura difficile da superare. Senza televisione ma con la voce del nonno che racconta, senza  merendine confezionate ma con i frutti dell’orto, senza film terrificanti ma con uno spaventapasseri extraterrestre e una nonna che cucina minestre di verdura con i sassi…sembra davvero difficile sopravvivere.
Lo spettacolo narra, con la complicità della musica e del gioco in scena, la storia di un cambiamento, la scoperta di un mondo reale che rivela, agli occhi di un bambino, la bellezza dell’affetto e … la bontà di un minestrone cucinato con una pietra veramente magica.

19 febbraio 2017 – ore 16.30 –  Opificiodellarte
DOLCEMIELE

Un racconto a quadri
ONDA TEATRO
Liberamente tratto dall’opera di Roald Dahl
di Silvia Elena Montagnini e Bobo Nigrone
con Silvia Elena Montagnini
regia Bobo Nigrone
in collaborazione con gli studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti coordinati da Massimo Voghera

Dolcemiele: un nome che racconta tutto.
Dolcemiele è una maestra e come tutte le maestre – quelle buone – cerca di comprendere e andare incontro ai suoi alunni. Una maestra così è la maestra che ogni bambino vorrebbe ma, come spesso succede, chi aiuta gli altri spesso non aiuta se stesso.
Chissà se una bambina un po’ particolare, riuscirà a comprendere lei?
Il racconto che prende vita parte dalla suggestione legata al romanzo Matilde di Roald Dahl. È la storia di Dolcemiele, Matilde e altri personaggi che, con l’avanzare della vicenda, svelano la storia della bambina, della maestra e delle loro famiglie che si sciolgono per dar vita ad una nuova famiglia, meno convenzionale, nella quale regnano sostegno e amore. È una storia che racconta l’importanza dell’ascolto e della comprensione e soprattutto, racconta che non sempre tutto è come appare.

12 marzo 2017 – ore 16.30 – Teatro Sociale Villani
DON CHISCIOTTE

FONDAZIONE TEATRO RAGAZZI E GIOVANI ONLUS
regia e drammaturgia di Luigina Dagostino
con Claudio Dughera, Daniel Lascar, Claudia Martore
scenografia di Claudia Martore
creazione luci Agostino Nardella
assistente alla regia Isabella Locurcio
tecnico audio e luci Mattia Monti

Fantasia o Realtà Don Chisciotte come sta?

“Don Chisciotte: un allampanato cavaliere che inarrestabile nei secoli, con il suo fedele scudiero, cavalca fino a noi per narrarci le sue incredibili avventure”.
Una favola avventurosa capace di coinvolgere chi entra nella storia, ad oltrepassare la cornice realista per immergersi nel mondo immaginario delle prodigiose avventure di Don Chisciotte e Sancho Panza.
Lo spettacolo  si svolge tra realtà e immaginazione e raggiunge facilmente i ragazzi in quanto il suo protagonista vuole fermamente credere alla sue visioni che lo portano a vivere memorabili ed esaltanti esperienze, proprio come fanno i bambini attraverso il gioco e la fantasia.
Don Chisciotte vive l’utopia del suo tempo, ma quali sono le nostre e quali sono gli eroi di adesso? Lo spettacolo porrà il pubblico di fronte al dilemma: essere o non essere dei grandi sognatori? Restare ancorati alla realtà o volare in spazi irreali e sconosciuti?

 

 

DOMENICHE A TEATRO SOSTIENE l’ampliamento di una delle nostre case sita nel comune di Verrone.

L’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII è un’associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio.
Fondata nel 1968 da don Oreste Benzi è impegnata da allora, concretamente e con continuità, per contrastare l’emarginazione e la povertà.
Oggi la Comunità siede a tavola, ogni giorno, oltre 41 mila persone nel mondo, grazie a più di 500 realtà di condivisione tra case famiglia, mense per i poveri, centri di accoglienza, comunità terapeutiche, Capanne di Betlemme per i senzatetto, famiglie aperte e case di preghiera. La Comunità opera anche attraverso progetti di emergenza umanitaria e di cooperazione allo sviluppo, ed è presente nelle zone di conflitto con un proprio corpo nonviolento di pace, “Operazione Colomba”.
Grazie alla forza dei suoi membri, dei volontari e di chi la sostiene la Comunità Papa Giovanni XXIII porta avanti il grande progetto di solidarietà di don Oreste: essere famiglia con chi non ce l’ha.
Ad oggi, nel Biellese, siamo presenti con 4 realtà di accoglienza nei comuni di Biella, Sandigliano e Verrone.
Per ogni ulteriore informazione consultate il sito: www.apg23.org o contattate il num. 3394222896

 

A cura di:
Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus – Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte
Promosso e sostenuta da
Fondazione Cassa di  risparmio di Biella
Con il sostegno di
Regione Piemonte  Compagnia di San Paolo
In collaborazione con
Città di Biella – Comune di Cossato – Associazione  Arcipelago Patatrac – Opificio dell’arte – Il Contato del Canavese

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici