GALA per la GIORNATA MONDIALE della DANZA

Domenica 28 aprile, ore 20.30


Sala grande
Dai 14 anni

Apre il gala la proiezione del cortometraggio
Quello che ci muove. Gli spettatori del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch ricordano (2019, 25’)
regia: Rossella Schillaci, idea e consulenza artistica: Susanne Franco, prodotto da: Lavanderia a Vapore/Piemonte dal vivo in collaborazione con Azul con il sostegno della PINA BAUSCH FOUNDATION WUPPERTAL – per la prima volta mostrato al pubblico torinese.
Il cortometraggio è stato realizzato in occasione della manifestazione Maratona Bausch. Danzare la memoria, ripensare la storia curata da Susanne Franco e organizzata e promossa da Lavanderia a Vapore/Piemonte dal vivo (novembre 2018) per celebrare il quarantesimo anniversario della creazione di Café Müller (1978) e rendere omaggio a Pina Bausch a dieci anni dalla sua scomparsa. Quello che ci muove è stato pensato per restituire uno spaccato della sopravvivenza di questi lavori nell’immaginario e nella memoria individuale e collettiva del pubblico italiano ed è l’esito delle interviste condotte dall’antropologa visiva Rossella Schillaci con gli spettatori che hanno assistito alle produzioni del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch in Italia. Gli spettatori intervistati che hanno risposto a una call sulla stampa e sui social altri e altri invitati per l’occasione raccontano la loro esperienza e i loro ricordi. Questa drammaturgia di voci è corredata dalle immagini video fornite dalla Fondazione Pina Bausch che custodirà l’unica copia del cortometraggio presso il suo archivio digitale.

Quest’anno la Fondazione Egri ha deciso di anticipare i festeggiamenti il 28 di aprile per unirsi al programma Quello che ci muove/San Carlo West End Dance promosso da Piemonte dal Vivo/Lavanderia a Vapore. La giornata di domenica 28 sarà, infatti, dedicata interamente alla danza, con un momento performativo aperto a tutti in piazza San Carlo a Torino, dove oltre 100 giovani danzatori delle scuole di danza con cui la Lavanderia collabora metteranno in scena “The Nelken Line by Pina Bausch”, coordinati dalla coreologa Elena Rolla. I danzatori saranno accompagnati da marching band, unendo così la musica live alla performance, grazie alla collaborazione con il Torino Jazz Festival: Bandakadabra, S.Chiricosta Dixie Band e JST_JAZZPARADE accompagneranno i movimenti coreografici sulle note di West End Blues di Louis Armstrong, uno dei più celebri brani della storia della musica. Dalle ore 15 in piazza san Carlo, la danza diventerà, quindi, protagonista grazie anche alla partecipazione di altri artisti che presenteranno alcuni short format: Daniele Ninarello con MCF Belfiore Danza e Mosaico Danza – Piergiorgio Milano con Torinodanza festival e Marco Barone con PalcoscenicoDanza/Fondazione TPE.

Il programma avrà il suo clou con il Gala alle ore 21 nell’esibizione di Myrna Kamara con balletXtreme Dance Company. Myrna è un étoile internazionale, molto amata anche in Italia per essere stata per molti anni prima ballerina dell’Arena di Verona nell’Aida di Susanna Egri, opera con il maggior numero di repliche apparse in Arena.

In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Danza Myrna Kamara si presenta con i suo partner danzando coreografie di Paolo Mohovich, Danilo Zeka e Alvin Aley. Il programma è completato dalle esibizioni delle due Compagnie che hanno disegnato la storia della danza torinese, il Balletto Teatro di Torino che porta un estratto da Kiss me hard before you go e la Compagnia EgriBiancoDanza con Beyond Water Borders e con un estratto da Fuga – l’ultimo rifugio oltre a COORPI, La Danza in 1 minuto che presenta una selezione, in anteprima assoluta, di alcuni tra i migliori video in concorso per l’ottava edizione del contest nazionale.

BALLETXTREME
COREOGRAFIE:

Pieces of Love and Suspicion – Paolo Mohovich
Memories – Danilo Zeka
Lost – Danilo Zeka
Meander da The River – Alvin Ailey

MUSICHE: Philip Glass, Chopin, Rene Aubre, Duke Ellington
DANZATORI: Myrna Kamara, Danilo Zeka e Marco Fagioli
Myrna Kamara insieme a Danilo Zeka e Marco Fagioli, danza su coreografie di artisti internazionali in cui l’eccellenza tecnica si fonde con la bellezza scultorea dei danzatori e la loro altissima performance artistica.

 

BALLETTO TEATRO DI TORINO
KISS ME HARD BEFORE YOU GO

COREOGRAFIA: Jose Reches
MUSICA: Aaron Martin, Emptyset e Andy Stott
LUCI: Davide Rigodanza
COSTUMI: Maria Teresa Grilli Atelier
DANZATORI del Balletto Teatro di Torino
CREAZIONE 2018 per il Balletto Teatro di Torino
La morte cerebrale è ormai tristemente consueta. Le persone che soffrono di questa morte diventano spesso donatori di organi. Nel passare di questi organi da un corpo ad un altro, occhi, reni, polmoni, cuore… perdono il proprio nome, la propria identità e vengono chiamati “numeri di cristallo”.
La scena si apre con tre duetti, uno in successione all’altro, dipingendo i primi colori dell’intera creazione. L’energia che si crea è percettibile e quasi tattile. Le relazioni tra i danzatori si contrappongono, lasciando il pubblico immergersi in una narrazione lenta, densa e profonda. Seguono gesti e movimenti vorticosi e trainanti ma allo stesso tempo leggeri e coraggiosi, che si estendono non solo individualmente ma a coppie, fino all’utilizzo della voce, dei gesti per arrivare a esplorare l’ultimo o primo respiro di vita.

COORPI – La Danza in 1 minuto
COORPI nasce nel 2002 con l’obiettivo di sviluppare nuove modalità di comunicazione con il territorio e i suoi abitanti, attraverso i linguaggi plurali della danza e del corpo.
La Danza in 1 minuto è ormai un contest consolidato di COORPI che riunisce non solo artisti italiani ma da ogni parte del mondo, ognuno con una propria visione video della danza.
Presentazione in anteprima assoluta, di alcuni tra i migliori video in concorso per l’ottava edizione del contest nazionale.

 

COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA
COREOGRAFIE: Raphael Bianco
ASSISTENTE ALLE COREOGRAFIE: Elena Rolla
MAITRE DE BALLET: Vincenzo Galano
BEYOND WATER BORDERS

MUSICHE: A.Dvorak, B.Smetana, Z.Kodaly, W. A. Mozart
LUCI: Enzo Galia
COSTUMI: Melissa Boltri
DANZATORI: Elisa Bertoli, Maela Boltri, Vincenzo Criniti, Vanessa Franke, Cristian Magurano, Paolo Piancastelli, Alessandro Romano
Da sempre i fiumi hanno diviso ma anche unificato paesi, e creato comunicazione tra culture.
BEYOND WATER BORDERS è un mix sonoro che raccoglie e assembla alcune delle più importanti opere di grandi compositori dell’area mitteleuropea, su cui spicca il genio incontrastato di W.A. Mozart.
Una sorta di “fiume sonoro” che come il Danubio attraversa aree geografiche che sono state teatro di disagio e laceranti conflitti, ma anche culla di progresso e avanzamento della civiltà per l’intera Europa.
BEYOND WATER BORDERS è un inno divertito alla pace tra i popoli, che trascende ogni confine ed ogni limite etnico, alla ricerca di un’origine comune al di là di ogni eterogeneità, “navigando” sulle note di opere fondamentali per la cultura musicale recente e passata, per suggellare un cammino comune di popoli.

ESTRATTO DA FUGA – L’ULTIMO RIFUGIO
MUSICHE: Ivan Bert, J. S. Bach
LUCI: Enzo Galia
COSTUMI: Melissa Boltri
DANZATORI: Vincenzo Criniti, Vanessa Franke, Cristian Magurano, Alessandro Romano
Mai come oggi il termine rifugio è tornato in auge: rifugiarsi dove? Da chi? In noi o altrove?
Questi sono stati alcuni degli spunti di riflessione per la creazione dello spettacolo.
Dai bombardamenti e attentati di varia matrice in tutto il mondo in “una terza guerra mondiale” non dichiarata, cerchiamo rifugio da una fuga, da minacce più o meno concrete.
La cornice del rifugio antiatomico del Soratte ispira Raphael Bianco a rappresentare situazioni di attesa, fuga, scampo, nell’ambiente claustrofobico di uno spazio che è stato testimone di sofferenza e strategie militari e dove danza e musica dal vivo interagiscono nella linea contemporanea di un dialogo aleatorio evocando suggestioni e stati d’animo attraverso l’interazione fra suono e gesto danzante.

 

BIGLIETTERIA_ridAcquista ON LINE

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici