PETER PAN

Martedì 26, mercoledì 27, giovedì 28, venerdì 29 marzo ore 10.00

Sala grande

Scuola primaria
Teatro Nazionale di Genova / Fondazione TRG Onlus
Drammaturgia Giorgio Scaramuzzino, Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci
Regia Giorgio Scaramuzzino
Musiche Paolo Silvestri
Scene e costumi Lorenza Gioberti
Con Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci, Celeste Gugliandolo
e con Michele De Paola, Davide Mazzella, Francesco Bovara, Simone Cammarata, Gianmarco Mancuso, Federico Pasquali
Tecnico audio e luci Agostino Nardella ed equipe tecnica Teatro Nazionale Genova

Ci sono romanzi in letteratura che hanno la proprietà di potersi adattare a diverse situazioni ed esigenze. Li definiamo classici perché affrontano aspetti della condizione umana che non conoscono età e periodi storici. In questo senso Peter Pan è a tutti gli effetti un classico, capace di suggerirci ancora oggi nuove riflessioni: In che misura un adulto deve abbandonare il bambino che è in lui? Crescere è inevitabile, ma possiamo portaci dietro alcune caratteristiche infantili senza vergognarci, senza nasconderle agli occhi degli altri? Le paure dell’infanzia vanno sempre considerate solo dell’infanzia?

La capacità di immaginare, che ha il suo picco proprio nell’infanzia, è fondamentale per l’essere umano; in un mondo bombardato da immagini, paradossalmente diventa sempre più difficile sviluppare questa attitudine. Peter Pan ci è sembrato un ottimo pretesto per ribadire il fatto che il sogno e l’immaginario infantile non devono mai spegnersi, anche quando inevitabilmente il nostro corpo affronta l’età adulta. Essere un bambino non per rifiutare responsabilità e voltare le spalle alla realtà, ma per affrontare il quotidiano con più leggerezza e originalità.

In scena gli attori Alessandro Pisci, Pasquale Buonarota e Celeste Gugliandolo si calano rispettivamente nei ruoli di Peter, Capitan Uncino e Wendy, mentre Davide Mazzella, Federico Pasquali, Francesco Bovara, Simone Cammarata, Michele De Paola, Gianmarco Mancuso danno corpo alternativamente ai Pirati e ai bambini della banda di Peter. Allo stesso modo le gradinate che compongono la scenografia si trasformano nella barca nei pirati o nell’Isola che non c’è. Non mancherà l’interazione con i piccoli spettatori (lo spettacolo si rivolge a bambini dai 5 anni in su), che in alcuni momenti saranno parte integrante dello spettacolo. Fondamentale nella messa in scena la colonna sonora composta da Paolo Silvestri: parte della narrazione è infatti affidata ai brani originali che vengono cantati dagli attori e che accompagneranno il pubblico in un viaggio che speriamo possa regalarci momenti di vera e pura immaginazione.

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici