ALICE IN WWWONDERLAND

Alice non cade nella tana del Bianconiglio, ma nello schermo di un cellulare che le apre la strada per WWWonderland.
Alice precipita in un mondo sconosciuto che da un lato vorrebbe divorare ma dall'altro teme possa sopraffarla. I personaggi che la portano alla scoperta di questo universo sembrano folli, ma in realtà si sono soltanto persi, proprio come lei.
Di chi ci si può veramente fidare? Qual è il limite quando ci si avventura a WWWonderland? Cosa, di quel mondo, è reale? Questo spettacolo non fornisce risposte a queste domande ma piuttosto stimola a riflettere e giocare con interrogativi che sono al centro dei nostri pensieri quotidiani.
A partire dal grande classico di Carroll, la storia di una ragazzina che si perde, diventa grande e torna piccola, finché non capisce che, per trovare davvero se stessi, bisogna accettare di essersi persi.
Dai 6 anni

 

 

Fondazione TRG
Liberamente ispirato a Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll
Drammaturgia Micol Jalla
Regia Claudia Martore
Con Claudio Dughera, Letizia Russo, Simone Valentino
Disegno Luci Emanuele Vallinotti
Costumi Silvia Brero
Tecnico audio e luci Marco Ferrero
Suono Filippo Conti
Scene Claudia Martore
Supporto video Daniel Lascar

 

 

 

 

 

 

 

Guarda i video