DOMENICHE A TEATRO

TEATRO ALFIERI
Via L. Grandi, 16
ASTI
BIGLIETTO D'INGRESSO € 6,00

INFORMAZIONI
Teatro Alfieri - Via l. Grandi, 16 - 14100 Asti
tel. 0141/399057 - 0141/399040
BIGLIETTERIA
tel. 0141/399057 - 0141/399040 nei giorni di spettacolo a partire dalle ore 15

19 gennaio 2020, ore 16:00
L’ULTIMA CENA
di e con Claudio Cremonesi, Stefano Locati, Alessandro Vallin
regia Rita Pelusio
suoni e rumori Luca de Marinis
luci e ombre Marco D’Amico
3 CHEFS TRIO COMEDY CLOWN

I “3Chefs” costruiscono la loro cucina dell’assurdo, dove i sensi vengono solleticati “a la carte” fra saporiti virtuosismi e gustose acrobazie per una “cena senza cibo” che non lascerà di certo a digiuno il vostro spirito: quale miglior nutrimento infatti se non la comicità, linfa per il corpo e per la mente, prelibato cibo dell’anima?Un susseguirsi di numeri comici legati al mondo della cucina e dell’arte culinaria. Jonglerie con mestoli, vassoi acrobatici, musica dal vivo con pentole e cucchiai, tutto condito con un teatro fisico all’ennesima potenza, in un rapporto diretto con il pubblico… da leccarsi i baffi!

 

2 febbraio 2020, ore 16:00
L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA
di e con Alessandro Larocca e Andrea Ruberti
scene, costumi e luci Alessandro Larocca, Andrea Ruberti
musiche Gipo Gurrado
I FRATELLI CAPRONI

Due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pranzetto a tutti i bambini e di spiegare loro i segreti dei cibi più buoni e della loro realizzazione. Ma uno dei due, molto sbadato, ha comprato solo una pagnotta e una mela… come faranno i nostri cuochi a preparare un pasto per tutti? Così, tra una ricetta un po’ speciale e divertentissimi numeri di clownerie, i due iniziano un viaggio fantasioso all’interno dei cibi, fino ad entrare nel pane dove incontrano un buffo omino – l’Omino del pane appunto – che abita nella pagnotta e che non vuole saperne di farsi affettare…

 

16 febbraio 2020, ore 16:00
IL SOGNO DI TARTARUGA
testo Liliana Letterese
regia Andrea Lugli
musiche Mauro Pambianchi e Stefano Sardi
pupazzi Chiara Bettella, Liliana Letterese, Andrea Lugli
IL BAULE VOLANTE / ACCADEMIA PERDUTA

Tartaruga fece un sogno. Sognò un albero che si trovava in un luogo segreto. Sui rami dell’albero crescevano tutti i frutti della terra: banane, datteri, noci di cocco, meloni, miglio, patate dolci, manioca e tanti altri. Tartaruga raccontò il suo sogno agli altri animali, ma tutti risero. “E’ solo un sogno”, dicevano. “No”, replicò Tartaruga,” sono sicura che esiste davvero. Andrò da Nonna Koko e lei saprà dirmi dove cresce”. “Aspetta! Andrò io, tu sei troppo lenta!”, disse la scimmia. E si mise in viaggio. Ma ai sogni occorre credere fino in fondo perché si avverino. E soprattutto non bisogna avere fretta! Tartaruga tutto questo lo sa molto bene. E Tartaruga aspettò con la sua nota pazienza, così alla fine…

 

1 marzo 2020, ore 16:00
LE LACRIME DEL PRINCIPE
liberamente ispirato a “Il mago dei Colori” di Arnold Lobel
di Monica Mattioli
con Monica Mattioli e Massimo Prandelli
collaborazione artistica Monica Parmagnani
disegno luci Cinzia Airoldi
COMPAGNIA TEATRALE MATTIOLI

Tanto ma tanto tempo fa, i colori non esistevano ancora e tutto quello che non era bianco e nero, era grigio. Per questo era chiamato il periodo grigio del mondo. A quel tempo, che piovesse o splendesse il sole, non c’era nessuna differenza. In un regno viveva un principe, che quando era piccino aveva una voce incantevole. Con il passare degli anni in quel regno tutto grigio e nero la voce del principe si affievolì fino a scomparire. E non solo… più passava il tempo e più il principe si sentiva stanco con solo una gran voglia di dormire. Un giorno mentre il principe stava sonnecchiando dalla noia si accorse che dagli occhi stava uscendo del liquido trasparente; in quel regno nessuno mai aveva perso l’acqua dagli occhi. L’acqua usciva dai rubinetti, dalle fontane, scorreva nei fiumi, stava nei laghi, ma mai negli occhi. Da quel giorno la vita del           principe e dei bambini del regno iniziò a cambiare.

8 marzo 2020, ore 16:00
CENERENTOLA – Rossini all’Opera
Di Pasquale Buonarota, Nino D’introna, Alessandro Pisci
Musiche Gioachino Rossini
Adattamento musicale e al pianoforte Diego Mingolla
Con Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci, Mirjam Schiavello
Regia Nino D’Introna
Scene Lucio Diana
Costumi Roberta Vacchetta
Trasformazioni a cura di Studio Mutazioni/ Michele Guaschino
Creazione Luci Nino D’Introna in collaborazione con Bruno Pochettino
Tecnico audio e luci Emanuele Vallinotti/Mattia Monti
FONDAZIONE TRG ONLUS

Tre attori in una girandola di sensazioni, emozioni, narrazioni e trasformazioni ripercorrono le tappe principali della Cenerentola di Rossini che, pur mantenendo le tracce mitiche di tutte le Cenerentole, crea un universo particolare.
Lo spettacolo fa parte del progetto “Favole in Forma Sonata”. Un percorso di avvicinamento alla musica tramite il confronto tra le forme musicali classiche e le forme narrative teatrali.

Un progetto di:
Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, Fondazione TRG Onlus
e con Piemonte dal Vivo
con il sostegno di
Regione Piemonte, Comune di Asti, Fondazione CRA e Compagnia di San Paolo

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici