CANTAUTORI A TEATRO - GNUT + CRISTIANA VERARDO

"Cantautori a teatro" è una format che prevede tre appuntamenti  con la musica d'autore proveniente da parti differenti d’ Italia.
L'orario di inizio è quello del tramonto  ed  ogni incontro presenterà due cantautori. Tra i protagonisti: vincitori e vincitrici di Premi importanti quali il Premio De André, Musicultura e il Premio Bianca D’Aponte, riconoscimenti di grande prestigio nel cantautorato contemporaneo, e personalità che nel corso della loro carriera hanno condiviso il palco con nomi illustri del panorama musicale mondiale.

GNUT
Napoletano classe ’81, è un cantautore, chitarrista, produttore e compositore di colonne sonore.Ha pubblicato “DiVento” (Blend’r/Venus – 2008), “Sunglasses under all stars” – Arm on stage (Ragoo pr./Edel – 2010), “Il rumore della luce” (Metatron/Audioglobe – 2011) – prodotto da Piers Faccini – , “L’importante è ca staje buono” –Tarall&Wine (Octopus records/Fullheads – 2013), “Prenditi quello che meriti” (Inri/Belive – 2014), “Domestico Ep“(F.r.e.e./Audioglobe – 2016), “Hear my voice Ep” (Beating Drum – 2018), “L’orso ‘Nnammurato” libro/disco (ad Est dell’equatore - 2019)
Nel 2014 partecipa con il brano “L’ammore succede” alla compilation “The many are one” per l’etichetta francesce “Beating Drum” con artisti del calibro di Ben Harper, Piers Faccini, Dom La Nena e Yelli Yelli.
Ha composto e collaborato alle colonne sonore dei documentari: “Jali Road” (2009),  “Standing Army” (2009), “Container 158” (2013) e “Italiani all’estero” di Ugo Capolupo e per il film  “L’arte delle felicità” (2013) di Alessandro Rak vincitore dell’oscar europeo del cinema al Raindance Festival di Londra.
Come produttore artistico ha lavorato a: “Giovani Eroi” di Luca Carocci (Fiori Rari – 2014), “Dimane torna o’sole” dei Foja (Fullheads – 2013), “Limen” dei Matmata (2015), e a “Parcosofia” dei La Maschera (Fullheads – 2017).
Ha partecipato al disco di Daniele Sepe “Capitan Capitone e i fratelli della costa” con il brano “L’ammore ‘o vero” scritto su un testo di Alessio Sollo e al disco successivo “Capitan Capitone e i  fratelli della sposa” con il brani: “ti amerò più forte” e “Stella ‘e mare” che vede la partecipazione di Stefano Bollani al pianoforte.
Ha curato da direzione artistica dei format sulla canzone d’autore: “Tirabushow“, “Personaggi in cerca d’autore”, “Mille e una nota“, “La Locanda newpolitana” e “LaboraUtori“.
Dedica con Fanpage.it, in occasione della festa delle donne del 2018, una “serenata alle prostitute” con un inedito dal titolo “Nu poco ‘e bene” che in pochi giorni raggiunge 10 milioni di visualizzazioni su facebook.
Nel 2018 è uscito in Francia per l’etichetta “Beating Drum” con la produzione di Piers Faccini, il nuovo lavoro “Hear my voice Ep”.
E’ attualmente impegnato nella promozione e relativo tour del nuovo progetto realizzato a 4 mani con Alessio Sollo, “l’orso ‘nnammurato”, pubblicato da ad est dell’equatore ed uscito in distribuzione nazionale lo scorso 25 gennaio. Un libro disco composto da 66 poesie, 14 delle quali divenute canzoni, musicate, cantate e suonate da Gnut insieme ai musicisti della sua band.

 

CRISTIANA VERARDO
Cristiana Verardo, cantautrice e chitarrista, vincitrice del Premio Bianca D’Aponte 2019 consegue la laurea in Canto Jazz (2014) e in Musica Jazz (2017) presso il “Conservatorio N. Rota” di Monopoli.
Esordisce con il lavoro discografico “La mia voce” nel 2017 (Workin’ Label /Ird). Nello stesso partecipa al tour estivo de “La MunicipàL” e collabora con Moni Ovadia nel Progetto “L’infinito e la saudade” di Marco Poeta.
Dal 2019 collabora con Enza Pagliara nel progetto “Rrosa”, incentrato sulla vita di Rosa Balistreri.. Nello stesso anno la sua collaborazione con Redi Hasa, violoncellista di respiro mondiale e membro del “Ludovico Einaudi Ensemble”, nella registrazione del brano “Non potevo saperlo”, pubblicato nella compilation del premio Bianca D’Aponte 2019.
Nel 2020 consolida altre collaborazioni: partecipa al disco di Mino De Santis, “Sassidacqua”, nel brano “Chiove e ieu” ed è autrice del testo di “Beverly Hills” brano presente all’interno dell’Album “Il dono dell’ubiquità” (Sun Village records) di Carolina Bubbico con la quale condivide inoltre lo spettacolo musicale “Bebê”.
A Febbraio 2021 pubblica “Maledetti ritornelli - behind the song” prodotto da Teresia Film con il sostegno di Puglia Sounds Producers 2020/2021 per la regia di Giuseppe Pezzulla, documentario che racconta la genesi di “Maledetti ritornelli” canzone composta "on the road” e pubblicata ad Aprile 2021 e che ha anticipato l’uscita dell’omonimo Album.
Nell’estate 2020 si esibisce in apertura del concerto di Daniele Silvestri. É stata ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche sui canali Rai quali “Stereonotte” “In viva voce” e Rai News 24 e ,durante i giorni del festival della musica italiana di Sanremo (2020), nel salotto di Michele Monina e sul palco del Club Tenco.

 


Fondazione Via Maestra - Teatro Concordia Venaria Reale
e Associazione Soundset Torino
Gnut
e Cristiana Verardo