LA COMMEDIA DELLA PAZZIA

Le maschere dell’Arte in uno scenario originale, così vicino al tempo dell’Oggi. La ricerca frenetica de l’ideale uomo e de l’ideale donna: i personaggi (Adalia e Fulvio) si incontreranno l’una nei panni dell’uomo, l’altro nei panni della donna e si ‘riconosceranno’ a panni invertiti. La Pazzia, il delirio d’amore, la scoperta del maschile e del femminile in un carosello di equivoci, canti, armonie e cacofonie, nonsenso e lazzi gustosissimi. Si ride tanto, in uno spettacolo che tocca il cuore.

La Commedia della Pazzia debutta nel 2003, nello stesso anno è al Festival di Avignone in Francia con il ‘tutto esaurito’. Lo spettacolo è dedicato a Franco Leita, grande artigiano del cuoio - ha disegnato e realizzato le maschere su ciascun attore - scomparso nel 2020.

Dai 14 anni

Santibriganti Teatro
Di Mauro Piombo e Lisa Zuccoli
Con Zahira Berrezouga, Davide Cuccuru, Antonella Delli Gatti, Michele Guaraldo, Orlando Manfredi
Scenografia e costumi Deborah Gambino
Maschere di Franco Leita
Messa in scena Mauro Piombo