Programma per Famiglie
sabato 04 Settembre, ore 19
domenica 05 Settembre, ore 21
Arena
Acquista il biglietto

MI ABBATTO E SONO FELICE

Nell'ambito di GIOCATEATRO TORINO 2021

Disagio, crisi, scarsa produttività, povertà, inquinamento, surriscaldamento globale, etc..  Ma come, nell’era del benessere ci sono tutti questi problemi?! La felicità dell’uomo occidentale pare essere direttamente proporzionale a quanto produce e quanto consuma: producendo si ottiene denaro e più denaro
si possiede, più si consuma e ci si sente felici.  Ma è davvero così?

Siamo la specie più invasiva della Terra, accecata da un materialismo dilagante.
L’ipocrisia è all’ordine del giorno. In tutto questo, l’unica ancora di salvezza è l’Amore. L’unica variabile impazzita, l’unica variabile a sfuggire alle leggi della fisica e della chimica. L’amore per se stessi, per le altre creature e per il pianeta che ci ospita potrà salvarci da un declino altrimenti inarrestabile. L’amore non costa, non crea PIL, non inquina, è scomodo perché fa ammalare di meno, perché sfugge alle statistiche, perché non è tassabile, almeno per ora. “Mi abbatto e sono felice” non utilizza energia elettrica in maniera tradizionale.

Si autoalimenta grazie allo sforzo prodotto dall’attore in scena, che pedalando per un’ora intera su una bicicletta recuperata nel garage del nonno, fa girare una dinamo collegata ad un faro, che si illumina a seconda dell’intensità della pedalata. Non sono presenti altri elementi scenici, i costumi sono essenziali e originali di nonno Michele. Le musiche sono live. E’ lo stesso attore ad accompagnare il pubblico in alcune esperienze sensoriali, suonando uno strumento a percussione in legno, realizzato a mano da un artigiano africano.
Mi abbatto e sono felice, rifacendosi ai principi etici della Decrescita felice, accompagna il pubblico in un viaggio che fa la spola fra un passato intriso di freschezza e genuinità e un presente frenetico e stanco di correre.

 

 

Mulino ad Arte
Di e con Daniele Ronco
Regia Marco Cavicchioli
Elementi di scena Piero Ronco, Federico Merula, Lorenzo Rota
Realizzato con il sostegno di Teatro Tangram, Fondazione Piemonte dal Vivo, Città di Orbassano, Comune di Cumiana
Vincitore dei premi: MaldiPalco 2015, CassinoOFF 2016, Premio voce della società giovanile 2017, Anello verde come migliore spettacolo green & smart nazionale 2018
Ispirato alla Decrescita felice di Maurizio Pallante
Dai 12 anni