YO YO PIEDERUOTA

Sabato 29 maggio ore 16.30

Sala Grande
Dai 5 anni
Santibriganti Teatro
Di Bàbuin, Aicardi, Cischino, Ferrero
Con Arianna Abbruzzese e Marco Ferrero
Luci e voce fuori campo Nicola Rosboch
Scene Marco Ferrero
Collaborazione Renato Cavallero
Consulenza coreografica Marilena Goria
Aiuto regia e suoni Valentina Aicardi
Ideazione e regia Maurizio Bàbuin
con il sostegno della Città di Settimo Torinese / Fondazione ECM
con la collaborazione di Fondazione Paideia
HB Torino Uicep Minibasket /Associazione Sport Disabili/Associazione Ballo Anch’Io

E’ la storia di Giovanni e di Giorgia. Ci diverte e ci emoziona.
Lui, Giovanni, da tutti chiamato Yo: troppo alto e con due grandi piedi per correre.
Lei, Giorgia, da tutti chiamata Yo: troppo orgogliosa e con due grandi ruote per forza.
C’è un cortile asfaltato, c’è un canestro mezzo scassato e un quartiere di una città. C’è una stanza, c’è una lavagna e la scuola di una città. Poi c’è la stanzetta di YoGiorgia con le sue cose e i suoi pensieri. Poi ancora c’è la stanzetta di YoGiovanni, anche lui con tutte le sue cose e tutti i suoi pensieri. A entrambi piacciono le robe che rotolano o saltano: tipo i sassi che ruzzolano giù da una montagna, i canguri coi loro salti, le ruote, un paio di scarpe sportive…una palla. Di qualsiasi genere. E tutto quel che si può trovare per buttarla dentro: cestino a scuola, bidone per strada, un canestro attaccato a un muro.
Prima di incontrarsi erano un po’ più soli.
Yo lui, troppo alto, chi ci arriva a parlargli fin lassù? E poi se ci arrivi non ti parla: un orso.
Yo lei, troppo orgogliosa. Anche perché prima non era così, sopra una sedia a rotelle, era come gli altri: “normale”…

 

Acquista i biglietti

 

 

Tickets Newsletter Partners Sostienici
Tickets Newsletter Partners Sostienici